ALLA SCOPERTA DEI CASTELLI IN LOMBARDIA: 4 siti da visitare

Avete voglia di sentirvi un pò il “re e la regina” del castello? E allora non perdetevi i bellissimi castelli della Lombardia, una delle Regioni con più castelli, come non approfittare di queste giornate d’inizio estate per scoprire alcuni tra i più suggestivi ed affascinanti? Ecco quattro castelli assolutamente da non perdere in Lombardia.

LA FORTEZZA DI BERGAMO E IL CASTELLO DI SAN VIGILIO

Una delle più note fortificazioni d’Italia e della Lombardia è sicuramente quella presente a Bergamo. Le sue mura costruite nel XVI secolo a difesa della città con l’intera struttura di fortificazione, rappresentano opere architettoniche di rara bellezza riconosciute recentemente (nel 2017) come patrimonio dell’Unesco. Simbolo ben visibile del potere è il Castello di San Vigilio ha costituito per secoli la residenza dei diversi dominatori che si sono succeduti a Bergamo. Situato a 496 metri d’altezza sul colle che gli dà il nome, sovrasta la Città Alta, motivo per cui in passato svolgeva una funzione strategica nel caso di attacchi nemici. Per la sua posizione privilegiata fu utilizzata come luogo di avvistamento sin dall’epoca romana, ma solo con la dominazione della Repubblica di Venezia, sul finire del XV secolo, la struttura assunse l’aspetto che conserva attualmente. Con la costruzione delle Mura di Bergamo si cercò di farne un baluardo inespugnabile: venne costruita un’imponente cinta muraria, collegata al Castello tramite un passaggio segreto sotterraneo che aveva inizio dal Forte di San Marco nella parte nord delle mura ed è tuttora visitabile.

Il Castello di Lonato

IL FASCINO DEL CASTELLO SCALIGERO

Quando arrivi a Sirmione ad accoglierti c’è il castello Scaligero, un’affascinante costruzione che ti fa respirare un’atmosfera d’altri tempi. Costruito nel XIII secolo, è uno dei castelli più completi e meglio conservati d’Italia, bagnato da tutti i lati dal bellissimo Lago di Garda. Proprio su uno di questi lati è stata realizzata, poco dopo la costruzione del castello, la Darsena, che un tempo rappresentava il luogo di rifugio della flotta scaligera. Entrando nel castello si può accedere ai camminamenti di ronda delle mura e, tramite delle rampe di scale in legno si può giungere fino alla cima della torre più alta della fortezza. Da lassù potrai ammirare tutta Sirmione e il lago di Garda. Anche i dintorni del castello meritano assolutamente una visita. Una volta visitato il castello goditi una piacevole passeggiata nel bellissimo borgo di Sirmione, un paesino d’altri tempi ideale per una gita romantica. Imperdibili sono poi le Grotte e la Villa Catullo, un ampio centro termale, raggiungibili a piedi dal centro di Sirmione. Le visite al Castello di Sirmione si svolgono dal martedi al sabato dalle ore. 8,30 alle 19,30 (ultimo ingresso ore 19,00) e la domenica dalle ore 8,30 alle 13,30 (ultimo ingresso ore 13,00).
Da Aprile a Ottobre 2018 il Castello è aperto la domenica con orario continuato dalle ore 9.15 alle 17.45 (con chiusura cassa 45 minuti prima). La prima domenica del mese l’ingresso è gratuito.
Castello di Sirmione, Piazza Castello, 34, 25019 Sirmione BS.

http://www.polomuseale.lombardia.beniculturali.it/index.php/castello-scaligero/

Castello Scaligero (Sirmione)

IL CASTELLO DI LONATO E LA SUA SPETTACOLARE VISTA SUL LAGO DI GARDA

Conosciuto come Rocca, è una delle più ampie e spettacolari fortificazioni della Regione Lombardia che domina da un lato la parte meridionale del lago di Garda e dall’altro il centro storico del paese. Probabile fortilizio durante il periodo dell’Impero Romano, durante le invasioni barbariche è stato utilizzato come zona protetta dove gli abitanti si rifugiavano all’avvicinarsi dei predatori.
Dopo il X secolo, finite le scorribande degli Ungari, la Rocca non venne abbandonata, ma, grazie alla sua posizione strategica a guardia della più importante via di comunicazione alto padana, nel corso dei secoli, venne sempre più fortificata fino a divenire una vera e propria cittadella militare, che vide alternarsi Visconti, Scaligeri e Veneziani. Il castello è costituito da due corpi principali: la Rocchetta nella parte più alta e, più in basso, quello che è denominato il Quartiere Principale. Quest’ultimo conserva ancora i resti delle canne fumarie delle caserme delle truppe, un ampio forno per la cottura dei cibi. Se si visita il castello è d’obbligo percorrere il cammino di ronda: da qui si gode uno spettacolare panorama sul lago di Garda e su parte della pianura Padana. Orario di apertura: sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.30. Altri giorni su appuntamento. Nel periodo estivo (luglio-agosto) tutti i giorni. Gruppi e scolaresche su prenotazione tutti i giorni. Tel. 030 9130060 www.fondazioneugodacomo.it
Fondazione Ugo Da Como, Via Rocca, 2 , Lonato del Garda (Brescia).

Castello di Lonato (esterno)

IL CASTELLO DI MALPAGA E LA STORA DEL COLLEONI

A due passi da Milano poco lontano dalle rive del fiume Serio, si erge il Castello di Malpaga, conosciuto soprattutto per le vicende storiche che ruotano intorno alla grande figura del condottiero bergamasco Bartolomeo Colleoni. Non è costruito come gli altri castelli su colline e rocce scoscese, tuttavia, la sua cinta muraria con la sua torre fa del castello un’imponente costruzione degna di un Colleoni. Quest’ultimo qui si stabilì nel 1458 con la moglie Tisbe Martinengo e ne fece una vera e propria reggia. Vi ospitò artisti e grandi uomini del tempo. Famosa la visita di Cristiano I, Re di Danimarca (12 e 13 marzo 1474) in viaggio come pellegrino per Roma con il Duca di Sassonia e una scorta di 200 cavalieri. Il Colleoni per invitarlo e averlo come ospite al castello gli andò incontro con un seguito di 500 cavalieri.
Nel castello venivano organizzate cacce, tornei, giochi che culminavano sempre in banchetti finale. Bartolomeo Colleoni abbellì sontuosamente il suo castello servendosi della collaborazione di valenti artisti del tempo, alcuni provenienti dalla Borgogna, altri da territori vicini. Insomma non si fece mancare proprio nulla.
Vale la pena visitarlo non solo per l’affascinante storia e per la bellezza delle sue sontuose sale interne ricche di affreschi, ma anche perché è inserito in un contesto davvero spettacolare completamente immerso nella natura. Vicino ci sono anche delle piste ciclabili realizzate recentemente che costeggiano il fiume Serio con diverse aree pic-nic per riposarsi e godersi il paesaggio immersi nel Parco del Serio.
La chicca di questo castello è la possibilità di visitarlo in abiti d’epoca, un modo alternativo e decisamente piacevole per rivivere in parte e provare ad immergersi nell’atmosfera di un tempo.
Castello di Malpaga, Piazza Castello (Frazione Malpaga) – 24050 CAVERNAGO (Bg).

La nostra UF Lover Elena Stafano in abiti d’epoca al Castello di Malpaga.

 

Facebook Comments

Lascia un commento