Quando la barba te la fa una donna

Bottega storica: L’antica Barberia

Le poltrone del 1945 su cui si sono seduti tutti, ma proprio tutti quelli della Milano che conta e non solo, le lame affilate e il pennello di pelo di maiale (quello di tasso si rovina subito), la linea toilette che vola negli Stati Uniti e in Giappone e a capo di tutto: una donna.

Scopriamo l’Antica Barbieria Colla, Bottega Storica di Milano, indirizzo sussurrato e tramandato da generazioni di gentlemen milanesi e non solo.

 

Botteghe storiche a Milano: piccoli segreti, grandi passioni

“Ho passato due mesi qui, alla cassa: una galera!

Oggi, per rifiutare un’offerta di partnership che non mi convinceva, ho detto -Lei darebbe i suoi figli a una baby sitter che non la convince? Ecco, io non sono convinta e l’Antica Barbieria Colla è mio figlio-”.

Francesca Bompieri gestisce da 8 anni l’Antica Barbieria Colla, uno degli indirizzi di cura e bellezza per i gentlemen che a Milano si sussurrano e passano di padre in figlio.

Gestire non è la parola corretta: cura, invece, racconta esattamente come Francesca si dedica anima e corpo a questa antica bottega nel cuore della Milano storica, quella del Quadrilatero della Moda e dei palazzi austeri che nascondono cortili strabilianti.

Qui in via Morone, c’è l’Antica Barbieria Colla nata nel 1920.

“Nel 1920 Colla ha aperto in Piazza Scala e divenne presto, gioco forza, il ritrovo di artisti e professionisti de La Scala” ricorda Francesca custode dei segreti di tanti uomini che si sono seduti sulle poltrone e hanno affidato la loro gola alle lame dei barbieri che si sono succeduti.

“Dopo i bombardamenti, il 1 ° aprile del 1945, l’Antica Barbieria Colla ha riaperto qui, in via Morone” e da quella data tutto è rimasto immutato o quasi.

“Abbiamo messo gli specchi tutt’attorno alla Barbieria nel 1970, ma il resto è uguale: il cavallino per i bimbi è del 1904, ha perso le briglie ma fa ancora innamorare e le poltrone sono del 1945, ma nessuno si lamenta che siano scomode, anzi.”

Come in tutte le botteghe storiche di Milano, è il sapere degli “artigiani” che fa la differenza:  “Noi usiamo le forbici e il rasoio a lama, niente macchinette.”

Non è manierismo o gusto del vintage, però, fate attenzione: “Usare il rasoio o la macchinetta ti consente di fare, ad esempio, tagli scalati ma alla fine il capello ne soffre, si sfibra e noi lavoriamo sugli uomini e, si sa, gli uomini sono predisposti a perdere i capelli, se poi li andiamo anche a sfibrare…”

Sarà anche un mondo di uomini, ma ammettiamolo, almeno un problema che a noi donne è risparmiato ce l’hanno, anche i gentlemen che frequentano l’Antica Barbieria Colla.

L’Antica Barbieria Colla chiuse e Mastroianni divenne biondo

In questa piccola bottega storica, incuneata nella Milano segreta, si sono seduti tutti i nomi più noti della Milano bene.

Basta sedersi su una delle poltrone, rilassarsi e far volare lo sguardo sopra alle pareti della Barbieria, sopra agli specchi: Indro Montanelli, Luchino Visconti, Vittorio Gassman, Giacomo Puccini…e persino un Mastroianni biondo.

“Doveva girare questo film in cui doveva essere un tipo nordico (<La Decina vittima> ndr), lui che era la quintessenza del latin lover. Così hanno chiuso la Barbieria per un intero pomeriggio e via di acqua ossigenata per trasformare il nostro Marcello in un algido killer nordico” racconta Francesca.

Ma questa è solo una delle mille storie che questa piccola bottega e i suoi figaro custodiscono e non si lasciano scappare: “la privacy da noi è tutto”. Non per nulla io ho dovuto attendere che la Barbieria si svuotasse per la pausa prima di poter accedere e iniziare a fare domande.

 

Quando la barba te la fa una donna

Ma cosa vuol dire da donna stare nel tempio della cura maschile?

“Non è stato facile: prima di tutto io ero (e sono) <la figlia di…>.

Aggiungi che Franco Bompieri è un uomo che ha dato la sua vita per la sua attività: in casa si respirava quest’aria e lui era l’Antica Barbieria Colla.

Lui la illuminava e illuminava ovunque andasse con il suo savoir-faire e la sua personalità ai tempi e tutt’ora se gli capita di passare: brillante, ma mai sopra le righe. Un vero signore, come si dice qui a Milano.” racconta Francesca.

“Mi ricordo le prime volte che andavo con lui a eventi e fiere per farmi conoscere: bastava che lui si presentasse e sorridesse e io sparivo.

Una personalità incredibile, una forza e un’immagine per l’Antica Barbieria Colla unica, ma prova a pensare il passaggio: la figlia di cotanto padre che si occupa del <sancta sanctorum> della cura maschile.”

Non è stato facile, immagino.

“Non è stato facile per nulla” conferma Francesca “ e ho dovuto imparare che se volevo curare l’Antica Barbieria Colla e non sentirmi in una prigione dovevo trovare la mia impronta, la mia modalità e che la mia modalità doveva entrare in sintonia con la personalità di una delle Botteghe Storiche di Milano.

Insomma, un bel rompicapo che mi ha preso 8 anni di vita.

Dal 2010 non c’è stata altro che l’Antica Barbieria Colla, per me”

 

L’Antica Barbieria Colla da Milano alla conquista del mondo

Oggi Francesca parla dell’Antica Barbieria Colla e, per quanto sia un ‘immagine molto usata, le brillano gli occhi.

Seduta in questo salotto che sa di eucalipto, Francesca mi racconta che una delle più grandi soddisfazioni è avere aperto il mercato estero (la linea dell’Antica Barbieria Colla disegnata da lei vola negli Stati Uniti, maggiori importatori), avere avuto richieste di collaborazioni dalla Corea e aver formato un “barbiere à la Colla” in quel del Giappone o ancora avere visto grandi nomi del settore “barba” passare dall’acqua di colonia trendy all’acqua di colonia dell’Antica Barbieria Colla (“Ecco, allora vuol dire che stiamo andando nella direzione giusta, allora vuol dire che la mia impronta funziona”).

“Ho trovato il mio spazio e ho dato il mio contributo, senza stravolgere l’eredità dell’Antica Barbieria Colla che mi è stata affidata.”

Ma la barba ai gentlemen milanesi, la fai tu?

“Oh no! C’è Lalla, è lei la barbiera storica dell’Antica Barbieria Colla”

Ancora una donna, ancora una eccezione nel mondo della barbieria o del beard grooming come lo chiamiamo ora.

Tutte donne all’Antica Barbieria Colla? Certo che no: “Noi donne restiamo in minoranza numerica, ma senza i nostri <figaro> non ce la faremmo. E in un certo senso anche loro, senza di noi, non ce la farebbero: un mix perfetto, insomma”.

Lascia un commento